7 marzo: di fronte al caos “riforma”, tutti in assemblea

Cari amici,

di fronte alla situazione caotica, debordante di ingiustizie e contraddizioni che comincia ad emergere nelle scuole con le prime elezioni dei Comitati di valutazione, il “Manifesto dei 500” convoca per lunedì 7 marzo, alle 17.30, presso la scuola “Aleramo” (via Lemie 48, Torino) un’assemblea aperta a tutti gli insegnanti e i genitori. 

Tutti i pericoli che noi paventiamo da mesi stanno diventando realtà su questo tema, ma anche sugli altri come quello della chiamata diretta.  Abbiamo chiesto a più riprese di essere ricevuti a Roma dalla segreterie sindacali, abbiamo avuto per tre mesi assicurazioni su un imminente appuntamento, che però non è ancora arrivato.

Oggi più che mai ribadiamo l’urgenza che i sindacati chiedano esplicitamente almeno la sospensione del “merito”, mobilitando la categoria con tutte le forze per stoppare la follia che emerge dalle scuole.

Abbiamo visto che una trattativa si é aperta al MIUR sul problema della “contrattazione” di questa partita. Noi lo ribadiamo: é inconcepibile che insegnanti decidano criteri sul merito per altri insegnanti, sia che si contratti, sia che non si contratti. Ed è inconcepibile che questa partita venga lasciata addirittura a genitori e studenti. D’altra parte, sarebbe vergognoso se il tutto venisse lasciato nelle mani di un dirigente e di un membro esterno, cioè un altro dirigente o addirittura un collega di un’altra scuola. Se tutto ciò non fosse gravissimo sarebbe semplicemente ridicolo.

La nostra assemblea si rende dunque necessaria per fare il punto della situazione su questo tema e sugli altri (chiamata diretta in primis) e decidere come riprendere e proseguire la lotta. Le nostre responsabilità sono certamente limitate, ma ce le assumiamo fino in fondo perché ciò che sta succedendo non può passare senza una risposta.

Vi invitiamo dunque ad essere presenti all’assemblea di lunedì 7 marzo.

Print Friendly